Brand-Guideline-esempio

Il significato del logo Cristina Cher

Brief, sviluppo e linee guida del logo.

Con il restyling del sito personale, è nata l’esigenza di elaborare anche un logo che mi rappresentasse. Ma il logo da solo non basta. Come detto nel mio precedente articolo […], è importante definire le linee guida del brand, almeno quelle base, per delineare i modi in cui il marchio può essere presentato.

L’ idea iniziale

Per la realizzazione del logo della mia attività professionale, mi piaceva il fatto di utilizzare le iniziali del nome e cognome, ma non volevo ridurre l’immagine al solito ideogramma con lettere più o meno graziate.

Mi interessava soprattutto che comunicasse ciò di cui mi occupo e, se possibile, legarlo anche alla metodologia che applico. Lo scopo, quindi, era quello di inserire un elemento significativo che riportasse immediatamente al concetto di comunicazione e, allo stesso tempo, che richiamasse l’idea dell’attività consulenziale basata sul raggiungimento di obiettivi concreti.

L’ immagine generale, infine, doveva apparire pulita e lineare.

Lo sviluppo

Dopo una serie di ricerche, prove e schizzi, è nato il pittogramma che rappresenta l’unione dei tre elementi sopra descritti.

  • Iniziali
  • Comunicazione
  • Metodologia focalizzata agli obiettivi

Analizzando il pittogramma, i primi due segmenti in evidenza rappresentano le mie iniziali, l’elemento identificativo personale.

Dalla parte opposta alle due C, si trova il segno che identifica il tipo di attività, la Comunicazione aziendale, rappresentata dai tratti che descrivono la propagazione del messaggio.

Infine, se guardiamo il disegno nel suo complesso,  rimanda all’immagine del Bersaglio, il punto verso cui si dirige il metodo.

Per il nome e il claim ho scelto un carattere lineare che ho poi ulteriormente semplificato.

Le linee guida del marchio

Anche se il più delle volte l’immagine aziendale è ridotta agli elementi essenziali, logo, biglietto da visita, carta intestata, ciò non toglie che caratteri tipografici, colori e regole della gestione del logo debbano essere fissate dall’inizio e declinate per tutti gli strumenti di comunicazione. Dal sito internet alle icone. [Leggi: Brand Guideline]

Non potevo quindi esimermi dal pensare almeno alle linee guida principali.

  • GRIGLIA LOGO CON SPAZI
  • LOGO POSITIVO E NEGATIVO
  • COLORI E SCALA DI GRIGI
  • CARATTERI TIPOGRAFICI
  • PATTERN
  • LAYOUT SITO

Share this post

Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email